Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

I tre malware più terribili (secondo Check Point)

I tre malware più terribili a maggio 2017 sono stati:
*La freccia si riferisce al cambio di posizione rispetto alla classifica del mese precedente.

1. ↑ Fireball – si tratta di un browser hijacker che si trasforma in un malware downloader completo. Dato che è in grado di eseguire un qualsiasi codice sui computer vittime, riesce a compiere un’ampia serie di azioni come rubare credenziali e rilasciare altri malware.
2. ↑ RoughTed – un tipo di malvertising presente su larga scala che viene utilizzato per diffondere siti web dannosi e payload come truffe, adware, exploit kit e ransomware. Può essere usato per attaccare ogni tipo di piattaforma e sistema operativo, riesce a superare i controlli della pubblicità e le impronte digitali così da assicurarsi di sferrare l’attacco più potente.
3. ↑ WannaCry – un ransomware che si è diffuso con un micidiale attacco nel mese di maggio utilizzando un exploit del sistema operativo Windows SMB chiamato EternalBlue per propagarsi all’interno e tra le reti.

I tre malware per dispositivi mobili più terribili di maggio 2017:

1. Hummingbad – malware Android che stabilisce un rootkit persistente sui dispositivi, installa applicazioni fraudolente, e, con poche modifiche, può consentire altre attività malevole, come l’installazione di key-logger, il furto di credenziali e riesce a scavalcare la crittografia utilizzata dalle aziende.
2. Hiddad – malware Android che riconfeziona app legali e poi le consegna a un negozio. La sua funzione principale è mostrare adv, ma è anche in grado di trovare un accesso a informazioni di sicurezza fondamentali presenti nel sistema operativo, consentendo agli hacker di ottenere dati sensibili degli utenti.
3. Triada – malware modulare per Android che sferra l’attacco tramite una backdoor che concede privilegi amministrativi a malware scaricati, dato che aiuta ad integrarsi nei processi di sistema. Triada è anche stato identificato come URL di tipo spoofing – cioè che impiega in varie maniere la falsificazione dell’identità

fonte: Check Point Software Technologies Ltd

https://www.facebook.com/BiagioSimonettaOfficial/